Lutier
Diplomatosi nell'Istituto Internazionale di Liuteria A. Stradivari di Cremona nel 1992, dove studiò con i maestri Giorgio Cè (liuteria) e Pietro Ferraroni (scultura) e laureato in Música (con specializzazione in violino) nella Università Federale di Paraíba (Brasile), Saulo Dantas-Barreto sta sviluppando un lavoro di qualità riconosciuta internazionalmente.

In Europa (Italia e Spagna) dove ha vissuto per dodici anni, si incontrano alcuni dei suoi strumenti quali: il "Quartetto della Regina" costruito per la Casa Reale Spagnola, incluso nella collezione di strumenti musicali del Palazzo Reale di Madrid; la riproduzione dell'Arpa Stradivariana (1681), per lo Stato Italiano, in esposizione permanente nell'Istituto di Liuteria di Cremona; il "Quartetto Rio Branco" per la Triennale di Cremona (ottobre/2000); il "Violino Cavalcabò" per i Marchesi di Cremona.

Il suo lavoro ha ricevuto l'appoggio del Governo del Brasile (CNPq), Istituto Italo-Latino Americano (Roma - Italia), Fondazione Walter Stauffer (Cremona-Italia) e della Famiglia Imperiale del Brasile.

Liutaio ufficiale del 41º Festival di Inverno di Campos do Jordão e responsabile per il mantenimento degli strumenti di corda dell'Organizzazione Sociale di Cultura Santa Marcelina.
Nel luglio 2010 è stato pubblicato il libro "Aleijadinho il Violoncello"
(Testo Marcia Glogowski - www.alaude.com.br) dalla Casa Editrice Alaúde, che mostra tutte le fasi della
costruzione di questo strumento tematico.

Attualmente lavora in São Paulo (Brasile), dedicandosi alla costruzione e alla restaurazione di strumenti.
Dantas-Barreto 2010 - Todos os direitos reservados